Come colorare le uova di Pasqua

Come colorare le uova di Pasqua

Fra le idee più carine e divertenti per passare la Pasqua con i più piccoli, c’è quella di colorare le uova. Se non lo hai mai fatto fino ad ora, questo potrebbe essere un buon momento per cominciare. Nell’articolo spiegheremo come colorarle e gli ingredienti che ti serviranno. A partire dai coloranti alimentari. Ma vediamo prima le tecniche di preparazione delle uova.

Preparare le uova

In genere i due metodi principali per preparare le uova per la fase della colorazione sono due, usare le uova sode o quelle vuote. Nel primo caso basterà mettere le uova in un pentolino e aggiungere dell’acqua fino a che non saranno immerse. Poi metti il pentolino sul fuoco e porta l’acqua ad ebollizione, coprilo e lascia in infusione per circa 20 minuti. A questo punto, getta via l’acqua calda e fai raffreddare le uova sotto l’acqua corrente. Se invece preferisci usare le uova vuote, basterà fare un buco all’estremità, dunque uno sopra e uno sotto e soffiate con forza in uno dei due, facendo uscire il contenuto dell’uovo dall’altra cavità.

Volendo è possibile anche usare una siringa vuota per aspirare. Una volta raffreddate passiamo alla fase della colorazione. Le uova sode possono essere decorate anche con le tempere e con i pennarelli, disegnando sul guscio e dando spazio alla fantasia dei bambini. Se però hai intenzione di mangiarle, sarà bene utilizzare coloranti naturali, come quelli alimentari che usiamo abitualmente per decorare i dolci e le torte, oppure degli ingredienti che si hanno a disposizione in cucina.

Colorare con i coloranti alimentari

I coloranti alimentari sono molto semplici da usare. Li puoi trovare sia in polvere che in gel, in quest’ultimo caso il gel donerà una colorazione più intensa. Per preparare le uova colorate basterà prendere un pentolino per colore e sciogliervi in ognuno un colorante diverso. Volendo è anche possibile mescolarli così da ottenere tinte come il viola, il verde, l’arancione. A questo punto basterà mettere un uovo per pentolino e lasciarlo lì in ammollo per un paio di ore. Una volta trascorso il tempo, bisognerà scolarle e asciugarle. Avrai così ottenuto delle uova di Pasqua colorate.

Usare gli ingredienti che abbiamo in cucina

Un’altra tecnica è quella di utilizzare gli ingredienti che hai in cucina, basterà preparare una specie di brodo vegetale mettendo in un pentolino circa sette centimetri d’acqua e due tazze di uno degli ingredienti. Ad esempio, è possibile usare caffè o tè per colorare le uova col marrone, semi di cumino, cavolo rosso per uova rosse, spinaci per il verde, barbabietole per il blu, succo d’uva o vino rosso per uova viola, bucce di cipolle bionde per uova gialle. Per prepararle basterà bollire mezz’ora l’acqua con uno di questi ingredienti, far raffreddare e aggiungere due cucchiai di aceto. Infine basterà far bollire a fuoco basso per 10-12 minuti le uova. Per un tocco finale esistono in commercio anche stickers e degli adesivi speciali da applicare sul guscio con l’acqua calda. È un ottimo metodo per far divertire i più piccoli.

Carrello
Torna su