Ricetta marmellata di mirtilli

Ricetta marmellata di mirtilli

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La marmellata di mirtilli, proprio come la granita siciliana, è una ricetta golosa ed amatissima perfetta per le giornate estive! Scopriamo insieme la ricetta e qualche consiglio per una confettura squisita! La marmellata di mirtilli è un’opzione estiva, infatti, il mirtillo è un frutto che generalmente si raccoglie da maggio fino a fine agosto in base alla varietà.

Questa marmellata oltre ad essere molto gustosa è anche ricca di benefici. Come noto, questa bacca ricca di vitamine ha molte proprietà benefiche per la nostra salute. Tra le più conosciute: antiossidante, antinfiammatoria e antidolorifica, migliora la vista e la memoria ed è diuretica. Potrai massimizzare i suoi benefici consumando questo frutto con regolarità ed in grandi quantità.

Preparazione 20 min
Cottura 40 min
Portata Dessert
Porzioni 600 grammi

Utensili

  • 1 pentola con fondo spesso
  • 1 cucchiaio
  • vasetti q.b

Ingredienti
  

  • 1 kg mirtilli
  • 500 gr zucchero
  • 1 limone
  • 150 ml acqua calda

Procedimento
 

  • Lava i mirtilli sotto acqua corrente e lasciali asciugare su un panno da cucina pulito
  • Spremi il limone e unisci limone, mirtilli e un bicchiere d'acqua calda in una pentola alta dal fondo spesso
  • Porta l'acqua ad ebollizione e lascia cuocere per altri dieci minuti fino a che l'acqua si sarà asciugata
  • Dopodiché spegnete il fuoco ed aggiungete lo zucchero mescolando con un cucchiaio di legno in modo da farlo sciogliere con il resto degli ingredienti
  • Una volta amalgamato lo zucchero, accendi nuovamente il fuoco e lascia cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti ricordandoti di girare di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo della pentola. Se è necessario rimuovi la schiuma in eccesso
  • Come fai a capire se la tua marmellata è pronta? La prova del piattino te lo potrà confermare. Metti un cucchiaino di marmellata su un piattino ed inclinalo leggermente per vedere a che velocità scivolerà la confettura. Se scivola a fatica e lentamente vuol dire che ha raggiunto la consistenza ideale ed è pronta. Se invece scivola velocemente, non è ancora pronta e dovrai continuare a cuocerla ancora per qualche minuto

Note

Come conservare la marmellata?

Una volta pronta, versala ancora calda in vasetti che avrai sterilizzato in precedenza. Capovolgi i vasetti per almeno 10 minuti per creare il sottovuoto. Non toccare i barattoli finché non si saranno completamente raffreddati.
In alternativa, puoi far bollire i vasetti con la marmellata per circa 20/30 minuti.
Se il sottovuoto non si è creato, ricordati di mantenerla in frigo e di mangiarla entro 10 giorni circa. Altrimenti potrai conservare i vasetti anche dopo mesi.
Per sterilizzare i vasetti, dovrai farli bollire in una pentola per per almeno 20 minuti. È importante che l'acqua copra i barattolini ed i rispettivi tappi. A questo punto i tuoi futuri contenitori saranno sterilizzati!

Varianti

Ci sono varie alternative alla ricetta classica e la prima che voglio consigliarti è molto semplice. Se non vuoi utilizzare lo zucchero bianco sostituiscilo con lo zucchero di canna o con 150 grammi di sciroppo d'agave.
Altro piccolo trucco per ridurre la quantità di zucchero è di aggiungere una mela alla ricetta classica. Questo frutto infatti rilascerà la pectina - agente collante.
Se ami i frutti rossi, la seconda variante è con aggiunta di lamponi e/o fragole a piacimento. Puoi unirla quindi anche a una buonissima sbriciolata di crema e fragole.
Ora che la tua marmellata è pronta potrai spalmarla sul pane o usarla per arricchire le tue torte.
Perfetta per farcire crostate e cheesecake, questa confettura leggermente asprignola si abbina perfettamente anche a formaggi cremosi e secondi piatti di carne.
Shopping Cart
Torna su