La ricetta originale della Granita Siciliana

La ricetta originale della Granita Siciliana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La granita al limone siciliana, è una vera e propria bevanda dissetante, fresca e super cremosa, perfetta da gustare d’estate sotto il sole. La sua preparazione a base di limone, ricorda tutti i sapori tipici della regione siciliana.

In alcuni casi la solidità della bevanda in questione viene paragonata alla neve ma in bocca non deve essere avvertita la sensazione dei pezzi di ghiaccio. La granita siciliana inoltre non contiene albumi in quanto altrimenti si finirebbe per creare una sorta di sorbetto al limone, una bibita simile ma non uguale alla granita.

La principale differenza fra questi due drink analcolici sta proprio infatti nel fatto che la granita è un composto a grana grossa freddo mentre al contrario il sorbetto è un mix di ingredienti a grana fine e durante il processo di raffreddamento ha bisogno di incorporare aria.

Preparazione 30 min
Cottura 20 min
Portata Dessert
Porzioni 4 granite

Utensili

  • Pentolino
  • Colino
  • Recipiente ampio

Ingredienti
  

  • 500 ml acqua
  • 250 ml succo di limone
  • 210 g zucchero

Procedimento
 

  • Occorre spremere interamente i limoni per poterne ricavare il succo. E’ importante in questo procedimento, per la buona riuscita della bevanda, utilizzare solamente il succo di limone proveniente dal frutto e non quello già pronto presente nel supermercato.
  • Nel frattempo occorre mettere l’acqua in un pentolino per poi aggiungere lo zucchero. Il composto va scaldato a fuoco dolce mescolando di tanto ma non dovrà mai arrivare a bollire.
  • Nel momento in cui si noterà che lo zucchero si è completamente sciolto e l’acqua è abbastanza limpida si può spegnere la fiamma. Il succo di limone andrà poi aggiunto all’acqua e allo zucchero, filtrando il tutto con un apposito colino per evitare che al suo interno ci finiscano i fastidiosi semi. La granita dovrà confluire in un recipiente piuttosto ampio o in una scodella di vetro per poi venire deposta in freezer per almeno trenta minuti.

Note

Fasi conclusive
Una volta trascorsi i trenta minuti nel freezer, sarà necessario azionare la gelateria per qualche minuto versando un po’ per volta il liquido freddo. La gelateria deve lavorare per bene per oltre trentacinque minuti e il risultato che bisognerà ottenere dovrà essere una granita cremosa a compatta.
Nel caso in cui invece non si volesse utilizzare la gelateria oppure non si dispone di questo strumento dopo i trenta minuti in freezer, occorrerà rompere il ghiaccio che si è venuto a creare in superficie aiutandosi con gli attrezzi per cake design che si hanno in casa, come una frusta a mano. Dopo di che bisognerà riporre nuovamente il composto nel congelatore per trenta minuti. L’intera operazione dovrà venire ripetuta nel complesso cinque o sei volte.
Consigli
La granita siciliana creata in casa può essere mangiata immediatamente una volta completati tutti i passaggi richiesti.
Se invece non si vuole consumarla subito questa bevanda tenderà ad assumere una consistenza parecchio dura e per poterla gustare al meglio occorrerà lasciarla riposare a temperatura ambiente per circa dieci minuti. In questo modo la granita tornerà ad essere super cremosa e pronta da bere.
Per eseguire ogni passaggio alla perfezione occorre impostare un timer tra un passaggio e l’altro. La granita siciliana può venire servita in delle coppe di vetro trasparenti magari insieme ad un’ottima brioche.
Naturalmente per capire meglio il gusto della bevanda stessa durante la sua realizzazione è possibile assaggiare il composto creato di tanto in tanto. In questo modo si potrà aggiungere o togliere qualche grammo di zucchero in base ai singoli gusti e dosare l’acidità del limone presente al suo interno.
Carrello
Torna su